Notizie e Appuntamenti

30 giugno 2022 

9.00 - 13.00
Google Meet

 

Il webinar "L'assistenza dei minori stranieri non accompagnati vittime di tratta o grave sfruttamento. I meccanismi di coordinamento con i Servizi sociali del territorio", rivolto agli operatori e alle operatrici dei servizi pubblici e del privato sociale, si terrà giovedì 30 giugno alle ore 9.00 su Google Meet.

Il seminario, aperto alla partecipazione di assistenti sociali delle diverse Regioni che aderiscono all'azione di sistema A.St.R.A. e ai referenti, operatrici e operatori di tutti i progetti che compongono il sistema nazionale anti-tratta, intende rappresentare un’occasione formativa e di confronto sul tema dei minori stranieri non accompagnati vittime di tratta o grave sfruttamento.

Iscrizione obbligatoria attraverso la compilazione del modulo online: compila

programma

per informazioni:  info@piemonteimmigrazione.it

Registrazione del webinar "La tutela giuridica della donna nell'ambito dell'immigrazione: protezione, forme di violenza e tutela dell'unità del nucleo familiare" tenuto lunedì 4 aprile 2022 su Google Meet. Il webinar, a cura delle avv. Margherita Limoni e Alessia Pasero (ASGI) si inserisce nell'ambito dei progetti SOFIA e Mediato.

Guarda la registrazione

pdfprogramma

Materiali:
 pdfLa tutela della donna vittima di violenza. Tratta a scopo di sfruttamento sessuale e violenza domestica - Avv. Margherita Limoni

pdfLa tutela giuridica della donna. Protezione dell’unità del nucleo familiare e della vita privata - avv. Alessia Pasero

Pubblicato in Videolezioni

29 aprile 2022 

9.00 - 13.00
Google Meet

 

Il seminario "L'assistenza delle vittime di tratta madri con figli - Il coordinamento tra Servizi sociali del territorio e Progetti di tutela per le vittime di tratta" è rivolto ad assistenti sociali dei Servizi territoriali e a operatrici e operatori del sistema nazionale per la tutela delle vittime di tratta di esseri umani. Verrà affrontato il fenomeno (attuale e di forte impatto) del numero considerevole di giovani donne straniere, in prevalenza nigeriane, vittime di tratta e grave sfruttamento, in stato di gravidanza e/o con figli, che si rivolgono direttamente ai servizi sociali territoriali o ai progetti anti-tratta con richieste di aiuto e assistenza.

Iscrizione obbligatoria entro il giorno prima di ogni evento attraverso la compilazione del modulo online: compila

È in corso la richiesta di accreditamento dell’attività formativa presso il Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali.

programma

per info: tratta@ires.piemonte.it

Il 3 marzo 2022 presso la Prefettura di Torino, capofila del progetto europeo ALFA – accogliere le fragilità – è stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa multi-agenzia per la tutela delle vittime ed il contrasto alla tratta e al grave sfruttamento.

Gli Enti proponenti sono la Prefettura di Torino, la Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Torino, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni del Piemonte e della Valle d’Aosta, la Questura di Torino e la Regione Piemonte anche in rappresentanza della rete anti-tratta del Piemonte e della Valle d’Aosta “Anello Forte III” (Cooperativa Progetto Tenda, Ufficio Pastorale Migranti, Associazione Idea Donna, Associazione Tampep, Associazione Gruppo Abele, Associazione Almaterra, Associazione Papa Giovanni XXIII, Associazione Granello di Senape, Consorzio Monviso Solidale, Cooperativa Insieme a Voi, Cooperativa Alice, Associazione Piam Onlus; Associazione San Benedetto al Porto, Consorzio CISSACA; Associazione Liberazione e Speranza; Associazione Papa Giovanni XXIII).

Tra i soggetti firmatari: il Comando della Legione Piemonte e Valle d’Aosta dell’Arma dei Carabinieri, il Comando Regionale della Guardia di Finanza del Piemonte-Valle d’Aosta, l’Ispettorato Interregionale del lavoro di Milano, ANCI Piemonte e IRES Piemonte.

ll Protocollo contiene procedure operative da attuarsi per la protezione e l’assistenza delle vittime di tratta e di sfruttamento e per la prevenzione e il contrasto della tratta di esseri umani. Lo strumento ha quali finalità il consolidamento di un approccio uniforme nell’identificazione e nell’assistenza delle potenziali vittime di tratta, il rafforzamento dell’interazione tra i diversi soggetti anche attraverso lo scambio di informazioni e la promozione della formazione congiunta degli operatori del settore.

Per approfondire vai al sito della Prefettura di Torino

17 dicembre 2021 ore 9.15- 12.30

 

Sfruttamento lavorativo: verso un nuovo sistema di identificazione, protezione e assistenza
Implicazioni e prospettive per il sistema nazionale dei progetti anti-tratta

Il seminario, aperto alla partecipazione di referenti, operatrici e operatori di tutti i progetti che compongono il sistema nazionale anti-tratta, intende rappresentare un’occasione per condividere spunti e riflessioni sul nuovo sistema di identificazione, protezione e assistenza delineato dalle "Linee-Guida nazionali in materia di identificazione, protezione, assistenza delle vittime di sfruttamento lavorativo in agricoltura" approvate in Conferenza Unificata il 7 ottobre 2021 e sul necessario coordinamento con gli interventi realizzati dagli enti che realizzano il Programma unico di emersione, assistenza e integrazione sociale di cui all’articolo 18 D.Lgs. n. 286/98.

pdfProgramma

Obiettivi: Far emergere le vittime di sfruttamento sessuale con attenzione ai richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e ai minori; far emergere lo sfruttamento lavorativo soprattutto nel lavoro agricolo; conoscere le caratteristiche del fenomeno dell’accattonaggio nei capoluoghi; incrementare la capacità della rete di proteggere, accogliere e accompagnare all’autonomia; rafforzare il sistema integrato di interventi per ridurre lo sfruttamento di esseri umani.

Attività: Tutela della salute, emersione e primo contatto; protezione immediata e prima assistenza; accoglienza di emergenza; prima accoglienza; seconda accoglienza; prese in carico territoriali; formazione e orientamento al lavoro; attività specifiche rivolte ai minori stranieri non accompagnati vittime di tratta; attività specifiche rivolte alle vittime di sfruttamento lavorativo.

Periodo: luglio 2021 - ottobre 2022

Fonte di finanziamento: Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Bando 4/2021 - Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini vittime di tratta

Capofila: Regione Piemonte

pdfscheda progetto

Pubblicato in Progetti

Nell’ambito dei progetti ALFa - Accogliere Le Fragilità e l'Anello Forte 3, attivi nella tutela delle persone vittime di tratta, è stato prodotto il video di sensibilizzazione "Si parte per cercare una nuova vita. Si riparte per crearne una migliore."

Il video è stato promosso anche in occasione della 15° Giornata Europea contro la tratta degli esseri umani, insieme alla pubblicazione IRES "10 numeri sulla tratta in Piemonte" che offre un quadro aggiornato della situazione sul territorio regionale.

 

Pubblicato in Multimedia
Martedì, 02 Novembre 2021 10:57

SHIFTING: dalla tratta all'integrazione

Nell’ambito della campagna interazionale di sensibilizzazione e informaizone promossa dal Progetto europeo WIN - Trafficked Women Integration è stato realizzato il video SHIFTING: dalla tratta all'integrazione.

Il video può essere un utile strumento per chi opera a sostegno di donne vittime di tratta e sfruttamento. Il suo obiettivo è di sensibilizzare tutte quelle figure chiave (come ad esempio imprenditori e imprenditrici, responsabili della selezione del personale, operatori e operatrici nell’ambito della formazione e dei servizi al lavoro) che, con le loro scelte, possono supportare il percorso di integrazione socio-lavorativa delle persone vittime di tratta.

Per maggiori informazioni clicca qui

Pubblicato in Multimedia

Il 18 ottobre 2021 ricorre la 15° Giornata Europea contro la Tratta di esseri umani.

 

La Rete Antitratta del Piemonte celebra la Giornata con il video "Si parte per cercare una nuova vita. Si riparte per crearne una migliore" che racconta le persone uscite da situazioni di tratta e grave sfruttamento.

 

La Regione Piemonte, insieme alla Città di Torino, anche ques'anno ribadisce l'impegno contro il fenomeno della tratta illuminando la Mole Antonelliana con la scritta “STOP TRATTA ESSERI UMANI”.

Si vuole porre l’attenzione su un fenomeno grave e di ampia portata: lo sfruttamento sessuale, il lavoro gravemente sfruttato, l’accattonaggio e le economie criminali forzate (spaccio e furti), i matrimoni forzati ed il traffico di organi. Sono questi gli ambiti dove potenti organizzazioni criminali, spesso transnazionali, sfruttano le loro vittime ricavando enormi quantità di denaro che condizionano pesantemente l’economia legale.

In Piemonte, dal 2018 al 2020 sono stati circa 6. 000 i primi contatti con potenziali vittime di tratta attraverso le unità di strada, gli sportelli, il Numero verde anti-tratta e i colloqui di valutazione eseguiti su richiesta della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale e delle strutture di accoglienza per i richiedenti asilo e i rifugiati. (Per saperne di più consulta 10 numeri  sulla Tratta in Piemonte  a cura di Ires Piemonte)

Dal 2006, anno di istituzione della Giornata Europea contro la Tratta di esseri umani molto è stato fatto in tutti gli stati membri, ciononostante la Tratta rimane un fenomeno da contrastare.

In Italia da oltre 20 anni è presente un Sistema nazionale antitratta, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità –  attualmente composto da 21 Progetti territoriali, a guida pubblica e del terzo settore. Un sistema che opera su tutto il territorio nazionale e che attua: azioni di contatto con le popolazioni a rischio di sfruttamento; identificazione, protezione e assistenza delle vittime; interventi volti a favorire l’integrazione economico-sociale di queste ultime al fine di ridurre i rischi di ri-vittimizzazione.

La recente emergenza sanitaria ha impattato duramente sulla condizione delle persone a rischio di tratta e/o grave sfruttamento, rendendole ancor più vulnerabili nei confronti delle reti criminali.

 

Il Dipartimento per le Pari Opportunità, la rete nazionale dei Progetti Anti-tratta e il Numero Verde Nazionale in aiuto alle vittime di tratta e/o grave sfruttamento si impegnano nell’organizzare, compatibilmente con il rispetto delle prescrizioni volte a contrastare l’emergenza sanitaria, eventi di informazione e sensibilizzazione uniti dal filo conduttore rappresentato dall’hashtag/slogan #liberailtuosogno.

 

pdfscarica i materiali informativi sulla Giornata Europea contro la Tratta di esseri umani

I progetti piemontesi contro la Tratta di esseri umani: Anello ForteALFaFairJob

 

Risorse online:
https://www.osservatoriointerventitratta.it/
https://www.facebook.com/NVAntitratta
https://www.facebook.com/GiornataEuropeaControLaTratta

 

Linee guida UNHCT TrattaSono state pubblicate le Nuove Linee guida UNHCR "L'identificazione delle vittime di tratta tra i richiedenti protezione internazionale e le procedure di referral"

Scarica le linee guida

Pubblicato in Materiali
Pagina 1 di 4

Cerca

Iscriviti alla nostra newsletter:
Joomla Extensions powered by Joobi

Search