Novità Legislative

Cerca nelle novità legislative

Il permesso di soggiorno per attesa occupazione non può essere rinnovato per la stessa motivazione

Con la sentenza n. 112 del 30 gennaio 2013, il TAR Lombardia ha ribadito che il permesso di soggiorno già rilasciato per attesa occupazione non è rinnovabile con la stessa dicitura. Nella sentenza, il Tribunale pur citando l’art. 22, comma 11 del D. Lgs. 286/98 ove dispone che la perdita del posto di lavoro non costituisce motivo di revoca del permesso di soggiorno al lavoratore extracomunitario ed ai suoi familiari legalmente soggiornanti ritiene, comunque, di applicare l’art. 37, co. 6 del D.P.R. 394/99 ove si afferma che, allo scadere del permesso di soggiorno rilasciato per attesa occupazione lo straniero deve lasciare il territorio dello Stato, salvo risulti titolare di un nuovo contratto di soggiorno per lavoro ovvero abbia diritto al permesso di soggiorno ad altro titolo, per es. per motivi familiari. Nel caso in esame il richiedente aveva già usufruito del periodo di un anno concesso dal citato art. 22 per l’iscrizione al Centro per l’Impiego ed, in mancanza di un nuovo contratto di lavoro, si era visto negare il rinnovo del permesso di soggiorno. Il diniego è stato confermato dal TAR.

TAR Lombardia n. 112/13

Search