Migranti e lavoro

Migranti e lavoro

Descrizione

La situazione del mercato del lavoro piemontese nel 2017 è migliorata, con più occupati rispetto al 2016 e meno persone in cerca di lavoro. Le variazioni positive sono però minori che in altre regioni del Centro-Nord. La disoccupazione diminuisce (-2,3%), soprattutto tra i maschi. La diminuzione della disoccupazione è peraltro limitata dalla spinta all’emersione sul mercato di soggetti prima inattivi perché scoraggiati dalla carenza di opportunità di lavoro e ora attratti dalla ripresa in corso. Il tasso di disoccupazione si attesta dunque in Piemonte al 9,1%, due decimi di punto in meno rispetto all’anno precedente, con tendenze contrapposte fra uomini e donne: in flessione i primi (dall’8,8% all’8,2%), in lieve crescita le seconde (dal 10% al 10,2%). Il nostro tasso di disoccupazione resta tra i più alti nel Settentrione.

Gli stranieri sono circa l’11 % degli occupati, dato inferiore a quello di altre regioni, ma superiore alla presenza di stranieri tra la popolazione piemontese. Il numero di coloro che ha un impiego ha conosciuto, tra il 2015 e il 2017 un progressivo aumento, passando dai 112.000 addetti stimati nel 2005 ai 202.000 del 2017 (+90.000 unità). Nello stesso periodo l’occupazione dei cittadini italiani si è ridotta di circa 83.000 addetti, dalle 1.701.000 unità del 2005 alle attuali 1.617.000. Il peso dei cittadini stranieri sul totale degli occupati è quindi salito dal 6,2% all’11%, restando comunque largamente minoritario, in linea con l’incidenza dei residenti non italiani sul totale della popolazione. Nel 2017, inoltre, il 65% degli stranieri risulta occupato nel terziario (con una prevalenza del lavoro domestico), il 30% in quello secondario (il 10% in edilizia) e il 4% in agricoltura.

Sempre nel 2017, il tasso di disoccupazione della popolazione straniera risulta pari al 17,4%, contro l’8% degli italiani. Gli stranieri rappresentano inoltre il 23% dei disoccupati e il 28% di coloro che, pur essendo occupati, sono in cerca di lavoro.

Dati

Tasso di occupazione e disoccupazione degli stranieri in Piemonte

popolazione straniera 15 anniIl tasso di attività degli stranieri è superiore a quello degli italiani.

Anche il tasso di disoccupazione degli stranieri è più elevato, ciò è dovuto alla maggiore partecipazione al mercato del lavoro degli stranieri (tasso di attività).

 

xlsxtabella

 

Fonte: Regione Piemonte  2017

 

Occupati stranieri per gruppo professionale

occupati stranieri per gruppo professionaleSi registra una forte concentrazione nelle occupazioni esecutive e non qualificate. In Piemonte è elevato il peso delle assunzioni in somministrazione di cittadini stranieri (37,1% delle attivazioni totali). È inoltre la regione in cui sono più presenti i lavoratori agricoli autonomi (11,0%).

 

xlsxtabella

 

Fonte: Regione Piemonte, media 2017

Altre fonti di dati

Osservatorio del Mercato del Lavoro della Regione Piemonte (ORML)

consulta i dati

 

Relazione annuale sulla situazione economica, sociale e territoriale del Piemonte 2018 dell’Ires

consulta la relazione

 

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ottavo Rapporto Annuale - Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia (2018)

consulta il rapporto

Approfondimenti

Iscriviti alla nostra newsletter:
Joomla Extensions powered by Joobi

Search