Abitare

Lo sfratto da un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica: perché, quando e come si verifica?

Per gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica si parla di decadenza.

Nel caso in cui un assegnatario di alloggio ERP non provveda al pagamento del canone per 3 mensilità, ATC (che è l'ente ausiliario della Regione Piemonte gestore del patrimonio immobiliare di edilizia sociale nelle diverse province, dunque incaricato della riscossione dei pagamenti) informa il Comune e l'assegnatario medesimo; il Comune, entro al massimo due mesi, deve svolgere opportuni accertamenti fornendo ad ATC riscontro circa la possibilità dell'assegnatario di corrispondere quanto dovuto, saldando la morosità anche attraverso la sottoscrizione di un piano di rientro sostenibile; se ciò non accade entro il tempo previsto, ATC procede ad avviare il procedimento di decadenza dell'assegnazione, chiedendone il pronunciamento al Comune con contestuale comunicazione all'assegnatario; se entro 1 mese dal ricevimento della richiesta il Comune non provvede a pronunciare la decadenza, è il Comune che si prende in carico ogni eventuale morosità successivamente maturata dall'assegnatario e ogni altro costo sopportato dall'Ente gestore in merito. Il provvedimento di decadenza deve contenere un termine per il rilascio dell'alloggio non superiore a 3 mesi.

Iscriviti alla nostra newsletter:
Joomla Extensions powered by Joobi

Search