Prestazioni sociali e INPS

A chi spetta l’assegno di maternità per le lavoratrici atipiche?

Spetta alle donne lavoratrici con un reddito inferiore alla somma fissata annualmente dall’INPS e che abbiano requisiti contributivi minimi (la lavoratrice deve infatti far valere o tre mesi di contribuzione nel periodo tra 18 e 9 mesi antecedenti il parto, oppure tre mesi di lavoro anche in periodi antecedenti purché non siano passati più di 9 mesi tra la perdita del trattamento di disoccupazione e la data del parto).
La prestazione è riconosciuta dalla legge istitutiva a cittadine italiane cittadine non comunitarie titolari di permesso di lungo periodo.
Deve tuttavia ritenersi spettante anche a tutte le madri alle quali compete l’assegno di maternità di base, in conformità alle previsioni comunitarie sopra illustrate.

Iscriviti alla nostra newsletter:
Joomla Extensions powered by Joobi

Search